Foursquare si fa in due, nasce Swarm

Ecco-Swarm-Foursquare-si-sdoppia-per-rilanciarsi_h_partbIn tempi di rivoluzioni digitali Foursquare è sempre stato uno dei pionieri.
I social network si rincorrono con ripetute innovazioni e stravolgimenti, studiati per mischiare le carte in regola, alla ricerca di peculiarità che offrano vantaggi competitivi.
Mentre Twitter interviene in maniera massiccia sul layout e sugli aspetti visual dell’user experience (read more) e Google è impegnata a spingere Google Plus nell’intento di affinare la qualità di ricerca (approfondimento), Foursquare rilancia nuove features per incrementare le funzionalità del proprio core meaning, la geolocalizzazione, attraverso implementazioni che vanno a rivoluzionare l’originaria essenza che ne aveva fatto le fortune, anche sulla scorta delle recenti novità di Facebook con Nearby Friends.
Foursquare annuncia una vera e propria scissione, che darà vita a due applicazioni contigue ma che vanno a coprire ambiti differenti, dando il definitivo addio alla meccanica del check-in, che rappresentava il fulcro dell’applicazione originaria.
A Foursquare, che in tutta probabilità assumerà il ruolo di suggeritore di luoghi, sulla base di un sistema che tracci gli itinerari e i percorsi di chi dovesse usufruirne, si aggiunge Swarm.
Swarm evolve e arricchisce l’esperienza di Foursquare e quella recentemente annunciata da Facebook con Nearby Friends, offrendo vere e proprie mappe di calore sociale.

tumblr_inline_n4whx6X6i81qzxhga
Sarà possibile individuare attraverso l’applicazione gli amici che siano presenti in una determinata zona, aprendo a possibilità di dialogo, attraverso un sistema di instant messaging che consenta di vedere quale di questi sia online o meno.
L’obiettivo è quello di inserirsi nel mercato delle applicazioni mirate a guidare gli utenti nella scelta di posti e luoghi, alla stregua di Yelp, ma anche di Tripadvisor, offrendo interessanti spunti basati su logiche di punteggio, ma anche di feedback dei propri amici, unitamente alla possibilità di conoscere se questi siano, in real time, presenti o meno nelle zone di interesse.
Si tratta di una vera e propria rivluzione. Foursquare è stata un’applicazione decisamente innovativa, che ha cavalcato le opportunità della geolocalizzazione, resistendo alla concorrenza di valide alternative come Circle e le stesse features di Facebook.
Lo stesso social ha anche dettato una vera e propria tendenza, risultando uno dei primi ad applicare i dettami della Gamification, offrendo badge e premi virtuali, basati sull’attività più o meno frequente degli utenti, creando un contesto di game capace di stimolare ed accrescere l’interazione con la piattaforma stessa.

Sarà l’ennesima mossa vincente?

Segui gli aggiornamenti sui profili social e condividi se l’hai trovato interessante

Rispondi